L’alimentazione corretta

L’ALIMENTAZIONE CORRETTA

food daily as a percentage

Siamo ormai tutti consapevoli che un’alimentazione corretta è fondamentale per mantenere o riacquistare salute e benessere.

Cosa s’intende però per “alimentazione corretta“?

Bè intanto diciamo che un’alimentazione corretta, bilanciata ed equilibrata, è quella che prevede una dieta varia dove tutti i nutrienti necessari al nostro corpo vengono assunti nelle giuste quantità.

Possiamo dividere i nutrienti in macronutrienti, fondamentali per assolvere le funzioni energetiche, plastiche e termodinamiche dell’organismo, ed in micronutrienti, fondamentali regolatori delle funzioni metaboliche.

I macronutrienti, come indica la stessa parola, sono le sostanze che vengono assunte in maggiori quantità e sono rappresentati dai glucidi, protidi e lipidi.

I glucidi o carboidrati sono la fonte energetica principale in quanto vengono rapidamente metabolizzati in glucosio che viene usato come “carburante” per lo svolgersi di tutte le funzioni delle cellule e dei tessuti. Le maggiori fonti alimentari di carboidrati sono gli alimenti farinacei (pasta, pane,…), le patate, la frutta e il latte.

I lipidi sono un’altra importante fonte di energia e possono servire come riserva in quanto vengono utilizzati più lentamente che i glucidi. Inoltre assolvono anche un’importante funzione plastica (rientrano nella costruzione delle membrane) e di termoregolazione. Non dimentichiamo inoltre i grassi sono fondamentali per l’assorbimento  di alcuni micronutrienti importantissimi (come le vitamine liposolubili: vit. A, D, K, E) . I grassi da preferire sono certamente quelli di origine vegetale in quanto i grassi animali sono ricchi di acidi grassi saturi, che dovrebbero essere consumati con una certa moderazione, specie in presenza di sovrappeso, iperlipidemia e aumentato rischio cardiovascolare.

Le proteine, essendo costituenti essenziali della struttura cellulare, sono devolute essenzialmente alla formazione e sostituzione delle cellule e quindi sono protagoniste nella funzione plastica, anche se, in condizione di carenza di glucidi e lipidi, possono essere utilizzate a scopo energetico (purtroppo ciò avviene anche in alcune diete troppo restrittive dove l’organismo viene costretto a “mangiarsi” la massa magra con un pessimo effetto!).

Chiaramente non possiamo certo dimenticare tra i macronutrienti l’acqua, fondamentale per lo svolgimento di tutte le funzioni vitali. Del resto il corpo umano è composto in prevalenza di acqua (tra il 55 ed il 70 %!). In condizioni di temperatura ambientale intorno ai 18-20° e di attività fisica moderata il fabbisogno quotidiano di un adulto è di almeno due litri di acqua al giorno; durante uno sforzo eccezionale, oppure quando si è esposti a temperature molto elevate, è necessario assumere una quantità di acqua superiore.

Per micronutrienti intendiamo le vitamine ed i minerali che, pur se assunti in piccole quantità, svolgono un lavoro importantissimo per l’organismo umano regolando il metabolismo, catalizzando le reazioni energetiche e coadiuvando alla prevenzione di molte patologie.

Per stabilire la giusta percentuale dei nutrienti in una dieta è necessario tenere in considerazione diversi fattori: età, sesso, costituzione fisica, tipo di attività svolte nell’arco della giornata, condizioni generali di salute…

 

 

 

Rispondi