Terapia ultrasuoni

Gli ultrasuoni sono vibrazioni acustiche ad alta frequenza non percepibili dall’orecchio umano.In campo terapeutico gli ultrasuoni sono ottenuti in modo artificialmente sfruttando la proprietà di alcuni cristalli minerali sottoposti all’azione di un campo elettrico di corrente alternata di dilatarsi e comprimersi emettendo in questo modo vibrazioni.

L’irradiazione ultrasonica genera, quindi, un micromassaggio di notevole intensità agendo in profondità nei tessuti.

Da questa vibrazione,urto e frizione delle strutture cellulari e intracellulari viene generato del calore, infatti oltre che un effetto meccanico gli ultrasuoni esercitano anche un effetto termico conseguente inoltre, gli ultrasuoni possono essere anche usati in immersione; la testina viene immersa in acqua insieme alla zona da trattare.

Gli effetti terapeutici della terapia con ultrasuono sono di effetto antalgico, rilassamenti dei muscoli contratti, azione fibrotica ed effetto trofico.

Cellulite – trattamento ad ultrasuoni:

Il trattamento ad ultrasuoni deve la sua particolare efficacia all’azione con effetto diatermico (produzione di calore) sul tessuto trattato. Gli ultrasuoni sono delle onde sonore ad elevata frequenza, risultano quindi non udibili, la frequenza d’emissione è a 3MHZ, tale valore permette agli ultrasuoni di penetrare nei tessuti come un massaggio ad alta intensità che si spinge in profondità per mezzo di oscillazioni, con una benefica azione nella lotta alla cellulite.

Il trattamento ad ultrasuoni è definito trattamento rimodellante, non è un trattamento chirurgico, l’impiego degli ultrasuoni ha l’effetto di rompere le cellule adipose, non è un trattamento invasivo. Il trattamento ad ultrasuoni contro la cellulite è indolore, le cellule adipose che subiscono l’azione degli ultrasuoni è mirata esclusivamente alle cellule adipose, su gli altri tessuti gli ultrasuoni non hanno alcun effetto. Le cellule adipose colpite una volta disgregate lasciano fuoriuscire i loro liquidi che saranno raccolti e drenati nei vasi linfatici per poi essere smaltiti.

Penetrando negli strati più profondi gli ultrasuoni permettono un efficace movimento dei liquidi ristagnanti con il relativo effetto drenante, inoltre il movimento indotto dagli ultrasuoni produce una serie di contrazioni seguite da dilatazioni che nel tessuto inducono un incremento della permeabilità delle cellule facilitando il ricambio intercellulare e favorendo la circolazione del sangue attraverso la pulsazione provocata.

Rispondi